Valutazione di impatto acustico, quando non serve

Valutazione previsionale di impatto acustico, quando non serve?

SEMPLIFICAZIONE IMPATTO ACUSTICO DGR LOMBARDIA 10/01/2014
(In allegato, il testo del decreto X/1217 del 10 gennaio scorso ed il relativo modulo per la compilazione della dichiarazione sostitutiva)
La Regione Lombardia ha chiarito che l’autocertificazione di impatto acustico può essere firmata dal titolare/gestore del pubblico esercizio solo in 3 casi, altrimenti lo stesso dovrà incaricare un tecnico competente in acustica ambientale per eseguire una valutazione previsionale di impatto acustico come indicato nel decreto stesso.
CRITERI E MODALITÀ PER LA REDAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DI PREVISIONE DI IMPATTO ACUSTICO DEI CIRCOLI PRIVATI E PUBBLICI ESERCIZI.
A) Documentazione predisposta in forma semplificata di dichiarazione sostitutiva resa dal titolare /gestore del circolo privato o pubblico esercizio

La documentazione di previsione di impatto acustico è resa in forma di dichiarazione sostitutiva da parte del titolare/gestore se il pubblico esercizio rientra in uno dei seguenti casi (le condizioni elencate in ciascun caso devono essere tutte rispettate).
La documentazione consisterà nella dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del dPR 445/2000, contenente tutti gli elementi che caratterizzano il caso.
I 3 casi semplificati sono:
Caso 1
a. Apertura dopo le 6:00.
b. Chiusura non oltre le 22:00.
c. Non viene effettuato DJ Set.
d. Non viene effettuata musica Live.
e. Non vengono svolti intrattenimenti danzanti.
f. Assenza di impianti di diffusione sonora in esterno.
Caso 2
a. Strutturalmente non connesso con edifici con destinazione d’uso residenziale
b. Situato a più di 50 m da edifici ad uso residenziale
c. Non viene effettuato DJ Set.
d. Non viene effettuata musica Live.
e. Non vengono svolti intrattenimenti danzanti.
f. Assenza di impianti di diffusione sonora in esterno.
Caso 3
a. Assenza di impianti di diffusione sonora con potenza complessiva superiore a 50 watt e assenza di subwoofer.
b. Assenza di impianti di diffusione sonora in esterno.
c. Non viene effettuato DJ Set.
d. Non viene effettuata musica Live.
e. Non vengono svolti intrattenimenti danzanti.
f. Assenza di impianti di trattamento dell’aria installati in ambiente esterno oppure presenza di un unico impianto di trattamento
dell’aria installato in ambiente esterno, dotato di certificazione di emissione massima ad 1 metro di distanza non
superiore a 50 dB(A).
g. Assenza di plateatico esterno o presenza di plateatico esterno con capienza massima di 12 persone e fruibile non oltre le
ore 24:00.
Qualora il circolo privato o il pubblico esercizio non ricada in uno dei 3 casi di cui alla lettera A), la documentazione di previsione di impatto
acustico deve essere redatta da un tecnico competente in acustica ambientale.
Allegato1
semplificazione-impatto-acustico-DGR-Lombardia-10-1-14-numero-X-1217
Allegato2
Dichiarazione-sostitutiva-Impatto-acustico

Tag: , , , , , , , ,

Condividi questo post con il mondo!

1 COMMENTO

  1. Grazie mille articolo molto interessante!!!

Rispondi a Roberto Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Copyright © 2015 Cogedil.it. All right reserved. Privacy e Trattamento dei dati.
Via Luigi Pirandello 8 – 20144 Milano (Italy) – tel. 02-46.91.586 – p.iva 12323390158.
Copyright: Il contenuto del sito www.cogedil.it è di proprietà di Cogedil.it con p.iva 12323390158 ed è vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i Contenuti presenti sul sito sono protetti dalle leggi in materia di proprietà intellettuale e/o industriale. I Contenuti riportati nelle inserzioni pubblicitarie o le informazioni presentate all’utente dal servizio o dagli inserzionisti sono protette dalle norme in materia di diritti d’autore, marchi, brevetti o altri diritti di proprietà intellettuale e/o industriale.