Guida detrazione IRPEF Contenimento dell’inquinamento acustico

risparmio-casa-2-150x150

DETRAZIONE IRPEF 50% ECCO COME OTTENERLA!

Si ricorda che le agevolazioni fiscali previste per le ristrutturazioni degli edifici residenziali (detrazioni dall’IRPEF del 50% delle somme spese), spettano anche agli interventi finalizzati al contenimento dell’inquinamento acustico.

Nella guida marzo 2016 dell’Agenzia delle Entrate (visionabile qui)  a pag. 27 leggiamo quanto segue:

Contenimento dell’inquinamento acustico : Opere finalizzate al contenimento realizzate anche in assenza di opere edilizie propriamente dette

(Detraibile, purché sia certificato il raggiungimento degli standard di legge

Oltre alle spese necessarie per l’esecuzione dei lavori  sono ammesse all’agevolazione anche le spese per le prestazioni professionali connesse (spese di progettazione, relazioni di conformità, perizie ecc..). fonte Guida agevolazioni fiscali marzo 2016 AdE pag. 8.

L’intervento è detraibile purché sia certificato il raggiungimento degli standard di legge.

Per poter certificare il raggiungimento dei limiti imposti dal DPCM 5/12/97 requisiti acustici passivi degli edifici è indispensabile far eseguire, da un tecnico abilitato, una verifica strumentale ante operam come Indagine preventiva di fattibilità, ed una post operam che certifichi il raggiungimento dei limiti imposti dal DPCM 5/12/97 requisiti acustici passivi degli edifici.

Per garantirsi l’accesso alla detrazione del 50% è fondamentale compilare in modo corretto il bonifico bancario, indicando:

Ecco l’elenco dei documenti indispensabili per poter accedere alla detrazione IRPEF 50%

  • Il nome, il cognome e il codice fiscale di chi effettua il bonifico per accedere alla detrazione; attenzione, è fondamentale che l’ordinante del bonifico sia la stessa persona a cui sono intestate le fatture che vengono pagate e che attestano l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione edilizia;
  • Il corretto riferimento normativo, che è l’articolo 16-bis del TUIR
  • Causale bonifico: rif. n° fattura  per opere di fonoisolamento per interventi edilizi “AI SENSI DELL’ART. 16-BIS DEL TUIR”
  • Il riferimento della fattura che viene pagata, in modo che risulti semplice l’abbinamento tra il bonifico e la fattura specifica;
  • La partita IVA o il codice fiscale della ditta o società che ha eseguito i lavori;
  • Relazione tecnica che certifichi il raggiungimento dei limiti imposti dal DPCM 5/12/97

Tag: , , , , , , , , ,

Condividi questo post con il mondo!

1 COMMENTO

  1. Buon VS.o comunicare TECNICO- COMMERCIALE. Complimenti!

Rispondi a Antonio CERON Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Copyright © 2015 Cogedil.it. All right reserved. Privacy e Trattamento dei dati.
Via Luigi Pirandello 8 – 20144 Milano (Italy) – tel. 02-46.91.586 – p.iva 12323390158.
Copyright: Il contenuto del sito www.cogedil.it è di proprietà di Cogedil.it con p.iva 12323390158 ed è vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i Contenuti presenti sul sito sono protetti dalle leggi in materia di proprietà intellettuale e/o industriale. I Contenuti riportati nelle inserzioni pubblicitarie o le informazioni presentate all’utente dal servizio o dagli inserzionisti sono protette dalle norme in materia di diritti d’autore, marchi, brevetti o altri diritti di proprietà intellettuale e/o industriale.